Home » Giornalisti e conduttori » Daria Bignardi

daria bignardiDaria Bignardi

Nata a Ferrara il 14 Febbraio 1961Professione: Conduttrice televisiva, Giornalista

Comportamenti non etici e accuse:

Il comportamento nei confronti di Alessandro Di Battista a ‘Le invasioni barbariche’

A fine Gennaio 2014 Alessandro Di Battista è invitato al talk show di Daria Bignardi ‘Le invasioni barbariche’. L’invito arriva dopo alcuni giorni di caos in parlamento a causa del decreto Imu-Bankitalia e l’imminente Svuotacerceri. Alessandro Di Battista risponde alle prime domande parlando di se e cos’ha fatto nella sua vita, quando trovatosi a voler dare una spiegazione su quello che stava succedendo nel parlamento quei giorni viene stoppato alcune volte da Daria Bignardi che preferisce a suo dire parlare di Alessandro Di Battista come persona. Dopo un paio di domande futili, Daria Bignardi chiede spiegazioni sulla natura di destra del padre, Alessandro Di Battista spiega che suo padre è suo padre e lui è lui, questo non basta a quanto pare in quanto la conduttrice cerca di mettere in evidenza la condrazzione nella sua famiglia sempre evidenziando il passato di uomo di destra del padre (il padre ovviamente ora vota M5s). La trasmissione di trasforma da talk show a trappola per Alessandro Di Battista che comunque fa buon viso a cattivo gioco e regge senza problemi il confronto senza obbiettare al comportamento della conduttrice e risponde approfonditamente a tutte le domande.

Appena terminato l’intervento di Alessandro Di Battista, è intervenuto come invitato del programma Corrado Augias, che ha potuto intrattenere il pubblico con un monologo nel quale ha definito i deputati del M5S fascisti inconsapevoli e ha criticato Alessandro Di Battista senza che lui potesse più intervenire.

Da subito la trappola televisiva fa scattare le ire dei sostenitori del M5s e anche di alcuni giornalisti indipendenti che seguita la trasmissione non l’hanno valutata imparziale e professionale.

Rocco Casalino (dirigente M5S) critica l’operato della conduttrice pubblicamente

Una lettera aperta e con contenuti piuttosto pesanti è indirizzata da Rocco Casalino (dirigente M5S) a Daria Bignardi i primi giorni di Febbraio, Rocco Casalino critica duramente la trappola messa a punto da Daria Bignardi nel suo programma ‘le invasioni barbariche’ dove Alessandro Di Battista è stato addittato come un incoerente per avere un padre di destra (da ammissione del padre non vota più la destra italiana). Rocco Casalino chiede cosa risponderebbe la conduttrice se qualcuno le facesse con insistenza notare che il padre di suo marito è il mandante dell’omicidio Calabresi. Non che possa essere paragonato un omicidio dal votare un dato indirizzo politico. Rocco Casalino fa notare che molto probabilmente la serie di domande insistenti derivano proprio da terze persone quali potrebbero essere la famiglia del marito, attaccato per il suo passato criminale dopo aver partecipato ad una trasmissione televisiva di Fabio Fazio.

Il matrimonio con Luca Sofri, figlio di Adriano Sofri

 Adriano Sofri, mandante dell’omicidio del commissario Luigi Calabresi nel 1972 è il suocero di Daria Bignardi. La conduttrice di La7 ha sposato nel 2004 Luca Sofri figlio del terrorista di lotta continua, questo porta Daria Bignardi a comportarsi in maniera molta differenza in base agli invitati nella propria trasmissione che si trova davanti, questo sistema è stato definito il Bignardi-Sofri.

11 Febbraio 2014 La risposta al M5s

Con una lettera aperta Daria Bignardi risponde alle critiche del M5s riguardo l’intervista ‘trappola’ a Alessandro Di Battista, in sintesi la conduttrice afferma di non aver fatto domande insistenti volte a sottolineare il passato fascista del padre di Alessadro Di Battista e che il monologo anti movimento 5 stelle proposto come intervista dopo Alessandro Di Battista è stato solo casuale. (NdR Strano che Daria Bignardi abbia voluto far conoscere la persona di Alessandro Di Battista al pubblico mentre Corrado Augias abbia potuto tenere un monologo politico)

Orgogliosa di avere come nonno dei miei figli Adriano Sofri

Nella stessa lettera aperta che ribatteva alle accuse del Movimento 5 Stelle riguardante l’intervista ‘trappola’ al deputato Alessandro Di Battista, Daria Bignardi afferma di essere orgogliosa di avere come nonno dei suoi figli Adriano Sofri, Adriano Sofri è stato il mandante dell’assassinio del commissario di polizia Luigi Calabresi nel 1972. La condanna di Adriano Sofri è stata di 22 anni di carcere.

Close
Metti mi piace
Seguici su Facebook