Home » Notizie » Finanziamento ai partiti, la farsa di Matteo Renzi

soldi-euroFinanziamento ai partiti la farsa di Matteo Renzi

Si apre con una bugia il governo Renzi, infatti alla prima votazione rilevante, riguardante il finanziamento pubblico ai partiti, il parlamento, vota contro alla proposta del Movimento 5 Stelle riguardante l’abolizione totale di essi, come già era stato deciso da popolo italiano tramite referendum anni fa e la restituzione allo stato di 2,7 miliardi di euro sottratti, secondo la corte dei conti, illegalmente al popolo italiano dal 1994 ad oggi.

Vi sarà invece il classico finanziamento ai partiti mascherato sottoforma di donazione del 2 per mille sul tfr, e un tetto massimo di donazione troppo alto, come sempre destinato a favorire le lobbies. Infatti il Movimento 5 Stelle voleva portare il tetto massimo a 30 mila euro, tetto che invece è rimasto stabile a 110 mila euro.

Alessandro di battista renzi

votazione_abolizione_finanzimento_partiti_2014

Il Movimento 5 Stelle ha definito la falsa  abolizione del finanziamento ai partiti la Prima Bugia di Matteo Renzi da premier, definizione che ha già fatto il giro del web.

Hanno votato contro l’abolizione del finanziamento ai partiti tutti i partiti politici tranne il Movimento 5 Stelle.

Close
Metti mi piace
Seguici su Facebook