Home » Notizie » Il Giornale a rischio fallimento

il-giornaleIl Giornale, sempre più a picco

Sicuramente non sarà una gravissima perdita per l’informazione italiana, già provata da una classifica sulla libertà di stampa imbarazzante, con questa notizia la nostra ascesa verso la vetta non può fare altro che migliorare. Per il quarto anno di fila infatti Il Giornale chiude il proprio bilancio in perdita, una perdita nonostante l’aumento del prezzo nel 2013, portato da 1,20€ a 1,30€ che non è riuscito a invertire la tendenza negativa. Nemmeno le vendite degli spazio pubblicitari sono servite, anzi pure quelle hanno fatto registrare un calo significativo.

Il Giornale, fondato e diretto da Indro Montanelli ma acquistato successivamente da Silvio Berlusconi, era stato assegnato a Paolo Berlusconi al momento in cui Indor Montanelli decise di non appoggiare il progetto politico di Silvio Berlusconi nel 1994, lasciandolo perciò in mano del fratello del leader di Forza Italia che fece di un giornale imparziale e libero, un giornale di partito.

 Negli anni 2010 2011 e 2012 Il Giornale è andato in perdita di più di 16 milioni di euro, ed il buco è destinato ad aumentare dato che il 2013 è stato chiuso in rosso di 3,5 milioni di euro. Paolo Berlusconi ha messo la testata giornalistica in stato di crisi e si vociferano prepensionamenti per circa 30 dei 100 giornalisti del quotidiano. La crisi si fa sentire sempre di più anche nell’editoria oppure le persone sono stanche di essere circonvenzionate a forza di notizie faziose?

 

Close
Metti mi piace
Seguici su Facebook