Home » Notizie » L’ennesima contraddizione di Matteo Renzi

matteo renziRenzi: mai in parlamento senza votazione. Anzi si.

E’ bastata meno di una settimana per Matteo Renzi per cambiare idea sulla sua ascesa in parlamento, fino a 5 giorni fa infatti davanti ai telespettatori la raccontava in maniera totalmente differente, il 9 Febbraio infatti davanti al pubblico di Agorà, programma registrato e che è poi andato in onda su Raitre ha affermato pubblicamente che non andrebbe mai a fare il presidente del consiglio senza essere legittimamente votato ed eletto dal popolo italiano.  Peccato che dopo 5 giorni, Matteo Renzi abbia cambiato idea ed abbia approfittato della sua posizione di segretario del PD per prendere le redini dello stato italiano senza il consenso popolare.

Letta è infatti stato ‘rottamato’ dal proprio collega di partito che ha già iniziato la sua opera di rimpasto nel proprio partito, peccato che cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia.

Ovviamente non sono mancate le critiche da diversi partiti, M5s, Forza Italia e anche dall’interno del proprio partito nel quale Civati non si è espresso positivamente su questo cambio di poltrona poco democratico. Anche parte del partito di Sel vi sono malumori, Vendola contro Renzi, che non pare prendere di buon grado la simpatia Renzi-Berlusconi. Il nuovo centro destra di Alfano si è invece espresso morbidamente sulla scelta di Matteo Renzi. E’ molto probabile che niente succederà, in questo modo tutti potranno mantenere la propria poltrona in parlamento.

Intanto non sono mancati gli immancabili migliaio di insulti al Matteo Renzi sulla propria pagina facebook, insulti che arrivano da praticamente tutte le classi politiche, infatti oltre agli antagonisti ora Matteo Renzi è preso di mira anche dai propri sostenitori che cominciano ad essere stanchi delle continue contraddizioni del ‘Sindaco Fancazzista’ che fino a pochi giorni prima si professava su Twitter con #enricostaisereno..

Commenti

  1. […] Qui l’intera notizia […]

Close
Metti mi piace
Seguici su Facebook