Home » Notizie » Sel prova a chiudere il blog di Grillo

selSEL voleva tagliare le gambe al blog di Grillo

E’ di oggi la notizie di un emendamento di SEL, firmato da De Petris, Barozzino, Stefano, Uras,Petraglia, De Cristofaro e Cervellini, non è passato in senato. Niente di eclatante un emendamento che non passi in senato, il fatto rilevante è: Cosa conteneva quel’emendamento?

Praticamente questo emendamento è stato scritto appositamente per il blog di Beppe Grillo, un blog sicuramente che da fastidio alle vecchie facce della politica, in quanto si trova tra i 100 siti più visitati di Italia e sempre in crescita. Il blog ovviamente ha spese da sostenere, come personale e server, spese assolutamente non trascurabili. Il blog si mantiene attraverso gli introiti pubblicitari, anche se fino al 2012 il suddetto blog è sempre stato in perdita, grazie alla limpidezza delle operazioni di finanziamento del M5s possiamo vedere che solo nel 2013 il blog è andato leggermente in attivo di qualche migliaio di euro.

Togliere la pubblicità poteva essere un modo per costringere il blog a limitarsi non potendo più utilizzare, secondo l’emendamento, strumenti pubblicitari al suo interno. Riportiamo quanto scritto nell’emendamento:

E’ vietata la pubblicazione di annunci di carattere commerciale sui siti internet anche presentati sotto forma di blog

  • di partiti o movimenti politici;
  • dei gruppi politici di qualunque assemblea elettiva;
  • di chiunque ricopra un incarico istituzionale anche non elettivo;
  • di chiunque ricopra l’incarico di Presidente, Segretario o legale rappresentante di partito o movimento politico che abbia conseguito un eletto alla Camera dei Deputati, al Senato della Repubblica, al Parlamento europeo o in un Consiglio regionaleemendamento-anti-blog

Ringraziando il senato questo emendamento non è passato o sarebbe stato davvero un tentativo subdolo di attaccare, da parte di Sel, il movimento 5 stelle, che è l’unico a fondare il suo finanziamento su introiti pubblicitari e donazioni volontarie, senza gravare sullo stato italiano. Probabilmente Sel, partito di Nichi Vendola e Laura Boldrini, dovrebbe cambiare nome, dato che per i disastri ambientali dell’Ilva, La tagliola, e quest’ultima trovata l’ecologia e la libertà se la sono giocata da un pezzo..

 

Close
Metti mi piace
Seguici su Facebook